Perchè questo blog

17 Apr
Ho iniziato questo blog per due motivi.

Il primo.
Ero single, molto annoiato e avevo una certa curiosità per i siti di dating. Mi sono detto – perchè non provare?
Può essere un gioco divertente e magari riesco a conoscere qualche ragazza interessante, una compagna. Anzi, La Compagna.
Così qualche mese fa mi sono registrato ad un paio di questi siti. Ho creato il mio profilo, messo il mio annuncio, caricato le mie foto migliori, senza ritocchi e senza barare su età e altre cosucce. Insomma ho eseguito il tutto molto onestamente e diligentemente.
Poi ho iniziato a mandare un pò di messaggi (non ho molto tempo per chattare), speranzoso di ricevere qualche risposta.
Sono passati appena un paio di giorni e dal più famoso di questi (non serve dire il nome, ci si arriva facilmente) hanno cominciato ad arrivare alcune mail un pò strane.
Le mittenti erano tipe che non avevo contattato io; dichiaravano una residenza lontana dalla mia (tipo Lazio o Abruzzo).
Scrivevano in un italiano approssimativo, simile a quello dello spam che affligge le nostre caselle di posta elettronica con effetti a volte esilaranti.
Chi non ha ricevuto una proposta per comprare Cialis, Viagra o uno dei prodotti miracolosi di Eurofarmacia, che tutto il mondo ringrazia commosso?
Queste tipe misteriose mi chiedevano di scrivergli a un loro account diretto (tipo yahoo o gmail). Naturalmente ho capito subito che si trattava di straniere e in base ai nic ho dedotto pure che fossero dell’est europeo.
E naturalmente mi è venuto anche il sospetto che la loro residenza reale non fosse a Decima nel Lazio o a Torino.
Però ho accettato il contatto con due di queste ed è iniziato uno scambio di mail tutto sommato simpatico, almeno all’inizio.
Confesso che le donne dell’est, le russe in particolare, esercitano su di me un fascino notevole; esiste davvero il famoso fascino della donna slava?
Io dico di sì; però non sono nato ieri e non ho l’anello al naso. So bene quanto è difficoltosa e aleatoria una “relazione virtuale”.
Prima che si trasformi in una relazione reale ci sono vari passaggi e servono pazienza e determinazione da ambo le parti.
Oltre a un atteggiamento mentale assolutamente indispensabile, un misto di scetticismo e prudenza che può evitare di fare solenni cazzate.
Un giorno, zampettando sul web come si suol dire, sono finito in un sito di dating specializzato in incontri fra uomini occidentali e donne dell’est (ucraine, russe e bielorusse).
Nella home c’era il link a una pagina che parlava dello scam. Ho letto tutto e poi ho fatto una ricerca mirata, da cui sono arrivato a diversi siti specializzati nella lotta a questo fenomeno.
Lo Scam è un figlio degenere dell’era di Internet, un fenomeno che fa leva sulla solitudine dei single di tutte le età, e diciamolo pure sull’ingenuità o dabbenaggine di molti, troppi uomini.
Mi si è schiuso davanti un mondo su cui avevo un’informazione superficiale e di cui non sospettavo la vastità e la pericolosità per il portafoglio, il morale e l’autostima delle vittime.E qui veniamo al secondo motivo.
Nessuno di questi siti è italiano. Sono tutti americani o inglesi, o comunque redatti in lingua inglese. Unica eccezione un paio di forum italiani, peraltro con info obsolete e privi di un filo conduttore, di una guida ragionata ed esaustiva allo scam.
Il problema principale di molti che postavano pareva più che altro ricevere rassicurazioni dagli altri utenti sul viaggio che si apprestavano a fare nelle lande più remote della Russia (auguri ) con la speranza di portarsi a casa la morosa o il ricordo di qualche avventura erotica.
Ma lo scamming colpisce anche in Italia. Colpisce tutto l’occidente.
E’ una truffa del mondo globalizzato e non proviene solo dalla Russia, anche se è il paese dello zar Vladimir Putin ad avere il primo posto in questa poco onorevole graduatoria.
A me sono arrivate richieste di contatto persino dal Suriname, noto solo per aver dato i natali a Clarence Seedorf, dal Ghana e dal Sudafrica (dal Sudafrica!).
Va anche detto che i siti di dating vigilano e fanno calare la mannaia sugli utenti sospetti, quando i moderatori se ne accorgono.
Uno speciale di Rai News 24 andato in onda qualche tempo fa, girato alla nostra mamma Rai dalla tivù belga, riporta dati da brivido.
Ogni settimana l’ambasciata belga di Mosca riceve una media di 35 denunce per questo tipo particolare di truffa.
Un caso limite: un uomo ha inviato ben 12.000 dollari a una finta ragazza in Russia, che naturalmente appena ricevuta la cifra si è dileguata e lo ha lasciato con un pugno di mosche. Bye bye sogno dell’amore russo. Bye bye dollari. Quali possono essere le cifre per l’Italia?
Quanti sono caduti vittime di questo particolare raggiro? Quanti comprensibilmente tacciono per la vergogna? E quanti soprattutto rischiano ogni giorno di abboccare all’amo?
Allora ho deciso di aprire un blog tutto italiano sullo scam. Credo sia l’unico, in rete non ho trovato nient’altro finora.
A questo punto caro visitatore potresti chiedermi: ma perchè lo fai? Che te frega? Non è che anche tu sei uno dei pesci che hanno abboccato?
La risposta è no my friend. Non ho abboccato. Lo faccio perchè ho una passione per l’informazione e ho sempre detestato gli imbrogli. Sono un fan di Mi Manda Raitre e non sono per il darwinismo sociale.
Se questo blog servirà a qualcuno a evitare di cadere nella trappola, avrà raggiunto il suo scopo.

Ghost Rider

13 Risposte to “Perchè questo blog”

  1. masterblaster666 16 maggio 2012 a 23:16 #

    Premettendo che non ritengo nè la mia sessualità particolarmente insoddisfatta nè in alcun modo bisognosa di siti che a pagamento mi offrono quel servizio (lo chiamano così ora) che noi angeli e pionieri della rete eravamo usi a avere senza l’ossessione che fosse “il desiderio copulativo” in rete, forse la solitudine si, ma c’era una nuova opportunità di creare socialità ed empatia diretta senza il triste arbitrio dell’ingegneria sociale e della mercificazione delle sensibilitò interiori che in quegli esaltanti momenti stavamo cominciando a sperimentare senza sovrastrutture forti nei network azzurra e irc dove la libertà era totale l’affinità la trovavi in base alle sensibilità elettive, anarchiche bhe al di fuori degli algoritmi di un molok mercato,estratti dal vaso di pandora per normalizzare.
    in fondo pensiamo a cosa siano i social network
    no, non una realtò alternativa, ma la rirposizione dello stato presente di cose ,
    La realtà quindi, quella fatta di limiti e convenzioni che a noi primi internauti ci andavano strette costringendoci ad inventare un nuovo modo di comunicareche fosse nostro e che fuggisse agli schemi.
    Stuprando il mio anonimato, vuiolentando i miei gusti,i miei segreti, nel nome della logica aziendale.
    il solo pretendere di poitare avanti un esperimento dal dapore marcatamente nazista e orwelliano ha delle falle e in queste falle ci si infila chi ha più profitto,
    Personalmente non sono insoddisfatto della mia vita sessuale,sono curioso e il mio piccolo secondo lavoro di scrittura per una piccola testata online mi ha riportato a navihare molto di più nella rete.
    uscivamo dalla fisicità delle convenzioni imposte, dai tabù delle culture egemoni per essere liberi di amarci, conocscerci, odiarci con una morale tutta nostra e ra attraverso questi servizi liberi e a pagamento che siano, vediamo riprodotti ognuno cn la sua specializzazione larealta imanente,
    Non voglio fare il fonzie della situazione, ma l’unico modo che sovvertire questo strato di cose è madarli a cagare, riappropriamoci delle nostre soggettività e cominciare a conoscere persone tra noi….senza bisogno di format prestampati ma con il caos dei sentimenti

  2. anonimo 7 dicembre 2011 a 14:54 #

    Ciao c-date per ora(son 15 giorni che sono iscritto) mi ha fornito solo falsi contatti(quelli con foto standard oppure che nn rispondono alle mail) oppure ragazze straniere che vivono fuori dall'italia e che vogliono farsi mandare dei soldi per venire da te……Quindi occhio nn mandate soldi altrimenti li buttate!!!

    Poi ci sono anche le escort che ovviamente nn sono a buon mercato e chiedono molto.

    Spero sempre di trovare quella che abbia voglia di avventure senza scopo di lucro. Vi terrò aggiornati.
    Ah per disdire l'abbonamento, si deve mandare per forza un fax. Io lo manderò almeno un mese prima che scada l'abbonamento. Spero solo che il loro fax funzioni altrimenti dovrò annullare la poste pay.
    Pagate sempre con prepagate!!! Un consiglio!!!!

    Alessandro

  3. GhostRiderItaly 6 settembre 2010 a 08:38 #

    Sarebbe bene scrivere i commenti in calce al post giusto…

  4. anonimo 5 settembre 2010 a 18:04 #

    ragazzi lasciate perdere c-date io ho pagato in unica soluzione un abbonamento con poste-pay e sto avendo solo delle bufale tremende. praticamente un mare di contatti e zero concretezza . vorrei chiedere il rimborso sapete che strada suggerirmi ?. spero soltanto che non mi prendano altri soldi sulla poste-pay , almeno quello….  

  5. anonimo 15 giugno 2010 a 11:07 #

    ottima idea (il blog anti scam dui dating sites)mi sono iscritto al RSS, tornero', magari con qualche commento :)ciao ciao

  6. anonimo 9 giugno 2010 a 15:16 #

    Ciao a tutti,sono capitata per caso in questo blog e l'argomento mi ha molto incuriosita.Mi sono registrata a C-Date stamattina e ho ricevuto già qualche messaggio. Non ho l'impressione che siano messaggi preconfezionati.Ma sono una donna, non pago..Vi terrò aggiornati.Bacio, ileGhostRider condividiamo la stessa passione per la correttezza dell'informazione, quella convenzionale e quella nel web che ben si presta alle mistificazioni di ogni natura (anche se ultimamente boicotto del tutto l'informazione convenzionale ritenendola ancora più inaffidabile…ma questa è tutta un'altra storia).

  7. GhostRiderItaly 9 giugno 2010 a 08:41 #

    No attenzione, il disclaimer è quel gruppo di clausole dove i siti di dating circoscrivono o limitano la loro responsabilità e non necessariamente comprende le regole di utilizzo, dove invece spiegano come funzionano e che filtri hanno per tenere lontani gli scammer.Teoricamente se uno si iscrive accetta il disclaimer, che però potrebbe contrastare con norme inderogabili in tema di responsabilità civile e quindi potrebbe essere cassato dal giudice con la conseguente condanna del sito.Certo, non posso escludere che dietro certi portali non ci siano truffe organizzate. Il fatto stesso che in C-Date arrivino agli utenti messaggi che puzzano di preconfezionato lo dimostra.

  8. anonimo 8 giugno 2010 a 17:08 #

    pacifico che sarebbe difficile imbarcarsi in una causa all'estero, sempre che si riesca a dimostrare la truffa,ma  non sono d'accordo che questi siti e c-date in particolare siano attenti a non  lasciar passare truffatori, o non siano correi, sara' un casoo un incidente statistico, ma mi sono registrato da neanche un mese e gia' fioccano copiose le richieste dall'estero, Gran Bretagna in particolare di vogliose fanciulle che chissa' come, chissa' perche' alla fine ti vogliono solo spillar soldi , non ti sembra che la cosa sia poco incidentale e che invece puzzi alquanto di truffa organizzata lontano un miglio?d'altronde tu che hai esperienza per aver frequentato siti di questo genere , e che hai l'obiettivo come dici di smascherarli dovresti averlo gia' appurato diverse volte, o no?

  9. GhostRiderItaly 8 giugno 2010 a 16:38 #

    Non credo perchè questi siti sono sempre molto attenti in materia di "Disclaimer".  Oltretutto l'utente dovrebbe provare la correità…E trattandosi di società straniere (Meetic è francese, C-Date è slovacca), vedo difficile per l'ipotetico truffato sobbarcarsi delle spese legali in un paese estero. O no?

  10. anonimo 8 giugno 2010 a 11:21 #

    quindi se su c-date qualcuna-o mi contatta per chiedermi dei soldi attraverso scuse pietose, c-date stessa ne e' consapevole o correa , sta deliberatamente truffando i propri iscritti e dovrebbe essere passibile di denuncia penale, o no?

  11. GhostRiderItaly 2 maggio 2010 a 20:11 #

    Ciao Luigi.Ogni consiglio di chi ha provato il dating on line è sempre gradito, anche se non credo che addirittura 99 profili su 100 sono falsi.Quanto a innamorarsi di una fotografia…Beh sarebbe veramente eccessivo per usare un eufemismo, anche se ci sono internauti capaci anche di questo.

  12. anonimo 1 maggio 2010 a 12:37 #

    Ciao, sperando di fare cosa gradita a chi come tanti cerca un contatto su internet, soprattutto sui siti di dating internazionali, ebbene, il mio consiglio è partire dal presupposto che su 100 profili 99 sono falsi. Questo è purtroppo e la gente ci cade.Mi sono iscritto su uno dei più noti che circola per la rete e la mia esperienza è questa. MAI INNAMORARSI DI UNA FOTOGRAFIA.Piccolo trucchetto: la maggiorparte delle scam scrivono in lingua inglese.Chiedete loro di intavolare una conversazione in lingua russa o nella loro lingua, fate tante domande, aiutatevi con il traduttore, lasciate stare l'inglese, non vi serve per adesso per scoprire la verità.Fate capire immediatamente che non manderete neanche un euro per nessuna ragione al mondo.Non rispondete mai a chi per prima vi lascia una email chiedendovi la vostra.Occhio alle fotografie piccole, sono editate con programmi di grafica per snellire l'invio per email. La maggior parte degli utenti internet manda in email foto di grandi dimensioni senza preoccuparsi del peso.Cercate sempre di mantenere la mente aperta e affidatevi al buon senso.Luigi

  13. anonimo 6 luglio 2009 a 20:50 #

    grazzie!è LA PAROLA CHE VOGLIO SCRIVERE .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: