Il marketing virale di C Date

12 Giu

Quando un concetto, uno slogan, un’idea grazie alla regia di un piccolo gruppo di soggetti riesce a diffondersi velocemente  in rete e persuadere (o almeno far discutere) un grande numero di persone, si parla di marketing virale.

Non si può certo dire che dal momento della sua fondazione C-Date su questo fronte sia stato fermo;  sarà merito della sua bella responsabile marketing, che potete ammirare in questo servizio di Menshealth.

Una cosa comunque è certa: è in atto una strategia di comunicazione che va ben oltre i classici banner pubblicitari che all’inizio ammiccavano qua e la sul web.

E’ stata sfoderata una potenza di fuoco che non ha riscontri in altri casi, almeno per quanto ricordo io, tutta votata a dimostrare che C Date è un portale grazie al quale al 99% vivrai delle belle avventure piccanti.

Prima di tutto, campagne di stampa che hanno coinvolto testate autorevoli come Repubblica e l’Espresso.

Sul sito di Repubblica leggiamo che a Gennaio si è tenuta la “Casual Love Week”, una settimana con forti sconti in motel convenzionati, per gli utenti in cerca di scappatelle che si sono conosciuti tramite il sito.

Sentite qui: la responsabile marketing ha dichiarato che – l’iscrizione è a pagamento per gli uomini, e spesso gli amici mi chiedono un abbonamento omaggio. E capita che mi confidino di aver combinato qualcosa di interessante –

Poi l’Espresso, dove possiamo leggere che – oltre il 50 per cento dei nostri utenti fa sesso già al primo appuntamento Hanno fatto un sondaggio?

Nulla di strano che i media si interessino di quello che, comunque la si pensi, è un fenomeno sociale emergente. Giornali e tivù esplorano e raccontano, poi sta a noi formarci un’opinione, e quella di molti che hanno provato il famoso sito per le relazioni senza compromessi non è affatto positiva.

Infatti il precedente post che avevo scritto su C Date risale a due anni fa, ma continua a ricevere commenti di utenti che non sono per niente soddisfatti dell’esperienza avuta (e della spesa sostenuta, che non è modica).

Ho notato anche che sono apparsi dei blog come questo, o questo, dove si parla del fenomeno del Casual Dating in generale, ma si finisce puntualmente per fare pubblicità a C Date. Ma guarda un pò…

Segnalo poi il sito Milano Singles, dove in un articolo si annuncia in pompa magna quanto segue:

Create il vostro profilo su c-date e vedrete che dopo poco tempo il sistema vi proporrà delle donne veramente splendide e soprattutto molto erotiche. Sono tutte alla ricerca di un’avventura, di sesso veloce al primo incontro.-

Per fortuna, a riequilibrare un pò le cose ci pensa per esempio il blog Incontri per single, dove invece viene denunciata chiaramente quella difficoltà di ottenere contatti reali che molti hanno raccontato anche al vecchio Ghost.

Allora riprendiamo la vecchia domanda: cosa pensate del Casual Dating e di C Date?

Ghost Rider

17 Risposte to “Il marketing virale di C Date”

  1. Anonimo 13 maggio 2013 a 18:04 #

    Io mi sono iscritto da un mese, ma la maggiorparte dei messaggi sono di ragazze BELLISSIME, che vivono all”estero e che dopo due messaggi dicono di essersi innamorate, mandano foto ( anche provocanti ).
    Ma qualcuno ha esperienza in merito? Alla fine cosa vogliono? secondo me la fregatura c’è!
    Ciao
    Max

  2. marco62 12 settembre 2012 a 15:23 #

    Qualcuno tra voi crede a quelli che raccontano di aver avuto incontri reali perchè le donne le “sanno prendere” ?Sembrano quelli che tornati da Cuba ti raccontano la loro avventura di sesso e amore con un ragazza del luogo che non hanno pagato neppure un dollaro perchè con le donne “ci sanno fare”. Ma mi faccia il piacere !

  3. Marco 23 agosto 2012 a 09:00 #

    Riassumo la mia esperienza sul sito C-Date.
    Premetto che il marketing che la piattaforma italiana sta facendo del sito, sia su internet che in tv è qualcosa veramente massiccio. (La stessa fanciulla vista su LA7 dall amico Manuel era qualche giorno fa su mediaset extra…a fare la stessa pubblicità entusiastica)
    Io dopo aver pagato l’iscrizione massima e dopo un anno da C-Dater posso fare il seguente bilancio.

    Note negative:
    – Tantissimi contatti falsi creati dai gestori del sito che appaiono e spariscono nel giro di un paio di giorni
    – Contatti da donne geograficamente molto distanti anche se nelle preferenze di ricerca si è esplicitamente ristretto il campo alla sola regione di appartenenza
    – Presenza di scammers residenti in paesi esteri (specialmente Nigeria e UK…occhio ragazzi!) che cercano di farsi inviare denaro con il pretesto di usarlo per le spese necessarie per farvi visita
    – Presenza di professioniste del sesso che usano il portale per contattare uomini e proporre i propri servizi a pagamento
    – Sistema di comunicazione molto lento e macchinoso all’interno del sito (conviene farsi lascire subito una mail privata per continuare le conversazioni…)

    Note positive:
    – In un anno di iscrizione sono venuto in contatto con un aventina di donne reali con cui si sono intavolate conversazioni interessanti
    – Con 6 donne di un età compresa tra i 25 ed i 43 anni (io ne ho 37) ho interagito via sms, scambi di mail e telefonate per vari mesi
    – Con 5 di queste ho avuto relazioni fisiche
    – Con 4 di queste continuo a frequentarmi con una certa regolarità
    – Con 3 di queste ho avuto rapporti al primo incontro

    • Manuel 28 agosto 2012 a 07:09 #

      Penso che alla fine sia un po’ come nella vita reale. Bisogna essere costanti, insistere e non darsi per vinti alle prime difficoltà…
      Non credo cmq che mi iscriverò, anche perché per principio non voglio pagare 🙂

  4. Nayla 22 agosto 2012 a 20:46 #

    Sono una donna in cerca di nuove conoscenze e mi è venuta la curiosità di iscrivermi a c-date, ma sto leggendo molti pareri disillusi. Sicuramente, ci sono molte mercenarie e truffatrici, ma anche una percentuale di donne reali. Non bisogna (sempre) accusare il sito se una donna “non ci sta”: forse la donna contattata semplicemente non è interessata a voi (ad esempio gli annunci scritti male in italiano vengono ignorati). Se non si percepisce “sicurezza” tendiamo a non metterci nei guai con uno sconosciuto…Se mi iscrivo vi racconterò!

    • Francesco 24 agosto 2012 a 15:23 #

      GianluRux, bene per te ma magari sei un gran bell’uomo e ti muovi solo con auto sportive e frequenti posti esclusivi…se rispondi che sei un uomo normalissimo magari con pancetta e un pò stempiato, scusa ma non ti credo! 😉 Questo per dire che così non avresti nemmeno bisogno di questi siti, casomai ecco ti rendono la vita più semplice 😉 Rispondendo a Nayla dico che non c’e’ bisogno di fare niente per capire che i siti sono delle sole, fanno tutto loro…basta che leggi un pò dai commenti e si capisce sin troppo bene come agiscono. Nel tuo riguardo, beh se ti iscrivi molto probabilmente riceverai una media di 50-100 messaggi al giorno, ho paura che spontaneamente proverai a cercare su altri lidi più tranquilli la tua avventura bollente e noi continueremo a dire che le 2/3 donne che sono sicuramente reali di questi siti non rispondono, chissà perchè eh? ;-D Ciao F.

  5. Alf. 19 agosto 2012 a 16:53 #

    Segnalo un altro blog che riporta nel dettaglio esperienze negative con c-date: http://ioeildating.altervista.org/primo-articolo/ – e la pagina in inglese: http://whatcdatedoesnttellyou.wordpress.com/

  6. Anonimo 9 agosto 2012 a 20:24 #

    iscritto c date 2012. un pacco tatale. E’ una truffa. Solo spam e qualche disperata: Premetto che ò’ho fatto per curiosità perchè c’è stato un battage pubblicitario incredibile e senza falsa modestia non ne ho neppure bisogno: Sono truffatori con sede in Lussenburgo.

  7. mb 2 agosto 2012 a 07:57 #

    sono stato abbonato a c-date per 6 mesi….secondo me una bufala. la casella sempre piena di proposte che poi venivano cancellate perchè scoprivi che era sesso a pagamento. di tutte quelle che ho ricevuto (centinaia), sono riuscito a contattare appena 3 donne..senza concludere nulla. condivido sul fatto che probabilmente bisogna fare marketing anche lì sopra….

  8. Manuel 25 luglio 2012 a 09:06 #

    Non so chi lo abbia visto, ma martedì 17, su la7D ho visto la mala educaxxion, un programma su trasgressione, sessualità ecc.
    Ovviamente non è mancato il momento “pubblicità a c-date”, dove un’avvenente fanciulla, si diceva iscritta e pienamente soddisfatta dei servizi forniti dal sito.

    Il ché potrebbe anche essere vero: nel senso, se gli uomini iscritti sono 10 volte le donne, ovvio che per una donna “vera” iscritta esiste una scelta molto ampia.

  9. Fabio 2 luglio 2012 a 16:52 #

    Qualcuno/a ha esperienza sul sito http://www.aristofonte.it oppure conosce come funziona e se è serio ?

    • Francesco 24 agosto 2012 a 15:39 #

      Aristofonte è un social network esclusivo (per entrare devi avere i requisiti, come quando vuoi entrare in qualche club d’elite) per giovani e belle ragazze altolocate (ma penso anche solo bei pezzi di gnocca ventenni) che cercano uomini più grandi di loro INDUSTRIALI, AVVOCATI, NOTAI o cmq persone ALTOLOCATE per fare praticamente le mantenute. Il top dell’ipocrisia, cmq chiamali fessi quelli che hanno messo in piedi questo sito…!

  10. gianni 19 giugno 2012 a 12:04 #

    di tutto dalla narrtavi alle chat

  11. maria 14 giugno 2012 a 08:45 #

    Io, da donna, non mi posso proprio lamentare..infatti ogni volta che mi sposto per lavoro, esco con qualche persona nuova, senza impegno e comunque avendo un minimo di sicurezza su chi incontro. A volte capita che non scocchi la scintilla ma quando scocca, sono faville! 😉

    • Francesco 5 agosto 2012 a 14:09 #

      Appunto, è quello che ho scritto io da un’altra parte di questo blog…una donna se mette in conto la possibilità di avere una relazione, sa di piacere, di avere fascino, non ha certo bisogno di un sito dating come C-Date o Ashley o Gleeden (in cui sembrano tutte delle bellone) per trovare…cosa c’e’ di più sicuro della realtà diretta? 😉

  12. GianluRux 13 giugno 2012 a 10:08 #

    Parlo per me: io su cdate ho rimorchiato tre donne in due mesi e mezzo, una e’ diventata la mia amante. Ci ho messo un po’ prima di organizzare il primo incontro e ho dovuto imparare sulla mia pelle che le donne bisogna saperle prendere, incuriosire, magari facendo gli “splendidi” anche su un sito esplicito che mette in bella evidenza la storia delle relazioni senza compromessi. (Vabbè, kepalle il solito marketing..). Sembra assurdo ma è così, ossia non c’è questa gran differenza con la vita reale. detto questo, non posso lamentarmi della mia esperienza cdate (finora almeno)

  13. Alessandro 12 giugno 2012 a 16:23 #

    E’ na sola!!!! Con c date non si conclude nulla!! Solo escort e bufale!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: